Regole per l’impianto

  • Preparare una buca di 60 cm di larghezza e di profondità. Porre sul fondo della buca un po' di sabbia come drenaggio.
  • Sistemare, al di sopra del drenaggio, del terreno ben sciolto formando una sorta di cono.
  • Allargare le radici della peonia e adagiarle sul cono di terreno.
  • Aggiungere terreno sciolto in modo da farlo accostare al massimo alle radici, tenendo la pianta abbastanza alta rispetto al terreno circostante per far sì che l’acqua non ristagni.

Posizionamento, esposizione, terreno

La scelta del posizionamento della pianta può dipendere da vari fattori, non ultimo quello paesaggistico. Non bisogna, tuttavia, trascurare alcuni elementi che, se considerati al momento dell’impianto, permetteranno alla pianta di vivere in condizione ottimale per moltissimi anni. A questo proposito è importante:

  • evitare, se possibile, l’esposizione ad Est: i primi raggi del sole, infatti, nel caso di gelate tardive, potrebbero bruciare le gemme appena spuntate;
  • prediligere una collocazione a pieno sole o a mezz’ombra. Ideale è il posizionamento sotto alberi a foglia caduca che, all’inizio della primavera, consentono ai primi raggi del sole di far schiudere le gemme evitando la veloce sfioritura causata da una luce troppo diretta e proteggendo la pianta dai danni provocati da eventuali gelate e nevicate tardive;
  • assicurare un terreno ben drenato in cui non si verifichino ristagni d’acqua, possibilmente in aiuole leggermente rialzate;
  • preferire un'esposizione protetta da forti venti soprattutto per le varietà il cui arbusto tende a svilupparsi molto in altezza come quelle della specie P. ostii (Fenice bianca, Fenice rosa, Loto di fronte al sole).

10%

di sconto

Iscriviti alla newsletter
Ricevi il 10% di sconto sul tuo prossimo acquisto! Ti invieremo i migliori consigli di giardinaggio e le nostre offerte speciali.

Inserisci un indirizzo e-mail valido